BibbiaWeb.net - di Alessandro Conti Puorger

Decriptare la Bibbia - di Alessandro Conti Puorger Autore   Contatti    Cerca      Home     
BibbiaWeb 2010  
Decriptare le lettere parlanti delle sacre scritture ebraicheRacconti a sfondo biblico - Clicca qui per consultareParlano le lettere
Cerca negli articoli
Consulta le rubriche
  Lettere ebraiche
    e codice Bibbia
  Decriptazione Bibbia
  Attesa del Messia
  Vangeli
    e Protovangeli
  Ricerche di verità
  Racconti
    a sfondo biblico
  San Giuseppe

Decriptare la Bibbia
  Tutti gli articoli
  Indice
     brani decriptati
  Articoli più letti

 

VANGELI E PROTOVANGELI...

 
NELLA GLORIA, SANSONE - PICCOLO SOLE
ANNUNCIA IL MESSIA

di Alessandro Conti Puorger
 

INTRODUZIONE SUL LIBRO DEI GIUDICI
Il perché del titolo "L'angelo di Sansone - piccolo sole - annuncia il Messia" si comprenderà dopo la lettura del complesso.
In effetti avrei potrei iniziare così: in una nube, un angelo possente con la fronte cinta di un arcobaleno, la faccia come il sole e le gambe come colonne di fuoco, mi ha dato un piccolo libro aperto da gustare.
Nella Tenak o Bibbia canonica ebraica il libro dei Giudici, "Shofetim", costituito da 21 capitoli, è il secondo dei libri inseriti tra quella parte definita dei "profeti anteriori", "nabi'aim r'ashonim", collocato dopo il libro di Giosuè relativo alla prima conquista dei territori della terra promessa.
Questo libro dei Giudici assieme ai primi 7 capitoli del primo libro di Samuele è l'unica fonte della storia del popolo ebraico in Canaan in un periodo prima della monarchia - tra il 1180 e il 1020 a.C. - in cui il potere giuridico amministrativo era gestito per tribù o per circoscrizioni non meglio definite a danno però di una rapida e unitaria risposta militare.
Il libro dei Giudici ricorda 12 personaggi, i più importanti tra i cosiddetti "giudici" che in quel periodo avevano, in successione, esercitato notevole influenza in Israele.
Il testo si sviluppa nelle seguenti parti:
  • 1 - 2,5, una premessa sulla situazione delle tribù insediate in Canaan e sulla lenta non organizzata ulteriore conquista di territori nella terra promessa;
  • 2,6 - 3,6, introduzione sull'interpretazione teologica del periodo storico;
  • 3,7 - 16, le vicende di quei 12 giudici maggiori, Omnia, Eud, Samgar, Debora, Gedeone, Tola, Iair, Iefte, Ibsan, Elon, Abdon e Sansone, a cui è da aggiungere anche Samuele la cui storia si sviluppa in libri a parte;
  • 17 e 18, la vicenda di Mica e del santuario della tribù di Dan;
  • 19 e 20, i racconti del delitto di Gabaa e della guerra con Beniamino;
  • 21, il libro prepara la necessità di una monarchia e conclude con tale considerazione: "In quel tempo non c'era un re in Israele; ognuno faceva quel che gli pareva meglio." (Giudici 21,25)
Col mio recente articolo "La salvezza di Dio e le donne d'Israele - Debora e Giaele" nella rubrica "Decriptazione Bibbia" ho provato che nell'ambito dei libri ebraici delle Sacre Scritture inserite nella Bibbia anche il libro dei Giudici presenta testi suscettibili di decriptazione.
Nella mia ricerca di testi di 2° livello tra le pagine de canone ebraico della Bibbia o Tenak mi sono così riportato a scrutare nelle pagine di quel libro.
In particolare mi ha colpito la storia di Sansone, l'ultimo di quei 12 giudici, che si sviluppa in 4 capitoli dal 13 al 16.
Già una sommaria rilettura della traduzione C.E.I. del testo in italiano, che poi per comodità del lettore riporterò, mi ha dato l'impressione d'essere, più che un testo storico, un racconto con aspetti fantastici, per molti versi poco credibili, sui cui dettagli poi mi soffermerò.
Spontanea m'è nata la domanda: perché questa storia che riguarda la vita integrale di un eroe locale - così lunga, diversa nello sviluppo dalle altre, con palesi aspetti esagerati - possa essere stata considerata ispirata da generazioni e generazioni di sapienti tanto da inserirla tra le pagine del canone dei testi sacri ebraici?
Sansone, possente, ma ingenuo, gode di indovinelli in poesia, è un nazireo, cioè votato a Dio, gli piacciono le donne, ma ne è regolarmente ingannato direi anche in modo sciocco, fa stragi di Filistei, ma non porta la salvezza, solo molti morti.
È vero, viene evidenziata la debolezza dell'uomo nei riguardi delle donne e ed è esaltato il Dio d'Israele che combatte in favore d'Israele, ma in definitiva non può essere solo questo il succo che lo giustifichi.
Tutti le pagine bibliche, peraltro, sono anche da considerare oltre che storiche anche profetiche, e questo racconto, salvo che idoli ed idolatri non avranno un futuro, non presenta altre caratteristiche di nota.
Nelle Bibbie commentate, come ad esempio quella di Gerusalemme, rare sono le note e i richiami a altri testi biblici e del pari sono praticamente assenti riferimenti ai testi del N.T..
Si è così in me consolidata l'idea che il testo che si legge, all'interno, grazie alle lettere ebraiche usate sfruttando la proprietà d'essere anche ideogrammi, nasconda un messaggio ben più pregnante e tutto ciò in linea con i pensieri di "Decriptare le lettere parlanti delle sacre scritture ebraiche" e de "I primi vagiti delle lettere ebraiche nella Bibbia".
Per trovare l'eventuale testo nascosto userò metodo e regole di cui all'articolo "Parlano le lettere".

Prima di iniziare ad entrare un poco nella storia di Sansone è necessario ricordare l'illuminante considerazione a sintesi teologica della meditazione sul senso di quel periodo post Giosuè e pre - monarchico a conclusione della seconda prefazione dal libro dei Giudici: "Queste sono le nazioni che il Signore risparmiò allo scopo di mettere alla prova Israele per mezzo loro, cioè quanti non avevano visto le guerre di Canaan. Ciò avvenne soltanto per l'istruzione delle nuove generazioni degli Israeliti, perché imparassero la guerra, quelli, per lo meno, che prima non l'avevano mai vista: i cinque capi dei Filistei, tutti i Cananei, quei di Sidòne e gli Evei, che abitavano le montagne del Libano, dal monte Baal-Ermon fino all'ingresso di Amat. Queste nazioni servirono a mettere Israele alla prova per vedere se Israele avrebbe obbedito ai comandi, che il Signore aveva dati ai loro padri per mezzo di Mosè." (Giudici 3,1-4)
vai alla visualizzazione stampabile di tutto l'articolo

  invia questa notizia ad un amico


									
Copyright © 2010 BibbiaWeb - Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.
[Bibbia home][inizio articolo]  Tutti gli articoli di
  VANGELI E PROTOVANGELI...
[Bibbia home][inizio articolo]
 
DECRIPTARE LA BIBBIA - Le lettere del RE
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera jod
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera kàf
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera lamed
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera mèm

DECRIPTARE LA BIBBIA - Ala a destra del RE
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera nùn
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera samek
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera 'ajin
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera pè

DECRIPTARE LA BIBBIA - Ala a destra estrema
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera sade
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera qòf
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera resh
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera s'in e sh́n

DECRIPTARE LA BIBBIA - Ala a sinistra del RE
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera wàw
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera zàjin
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera hèt
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera tèt

DECRIPTARE LA BIBBIA - Ala a sinistra estrema
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera bèt
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera ghimel
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera dalet
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera hè

DECRIPTARE LA BIBBIA - Il primo e l'ultimo
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera 'alef
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera taw


Bibbia Home | Autore | Perché Bibbiaweb? | Contatti | Cerca | Links
info@bibbiaweb.net  
Per i contenuti tutti i diritti sono riservati ad Alessandro Conti Puorger
BibbiaWeb

Alessandro Conti Puorger Alessandro Conti Puorger
Via Eleonora d'Arborea 30 - Roma - Italy

Realizzazione EdicolaWeb Edicolaweb.net
Via S. Maria a Cintoia 14/b - Firenze, Italy